News

Redazione VOX ITALIA

Venerdì, 07 Maggio 2021 16:29

Vox noctibus exstet

La Voce risuoni nella notte di questi tempi.

Che ci sia una voce che grida nel deserto non è la prima volta, che questa voce sia accusata di "fake news" nemmeno. La censura nei tempi ha spento" le Voci", con così svariati metodi da sfidare l'ingegno umano...... dissipare o cancellare la VOCE discorde, non uniformata con la linea del tempo.

Giovedì, 06 Maggio 2021 16:05

Diffida di Vox Italia alla Regione Lombardia

Vox Italia Milano, insieme ad un gruppo di comitati, associazioni, movimenti ed avvocati ha sottoscritto ed inviato alla Regione Lombardia ed al presidente Fontana, una diffida contro la sperimentazione del vaccino Covid sui bambini.

Mercoledì, 05 Maggio 2021 17:03

ABUSIVISMO POPOLARE: UNA TRISTE REALTA’

L’abusivismo è un reato penale riconosciuto dall’art.633 c.p. e prevede il carcere da 1 a 3 anni, con una multa che va da 103 a 1032 euro, per poi aggravarsi da 2 a 4 anni con la multa raddoppiata se si è in presenza di più di 5 persone o se il reato viene commesso da una persona armata.

Martedì, 04 Maggio 2021 06:41

COSA NASCONDE SPERANZA?

COSA NASCONDE SPERANZA? E’ certo che il ricorso del Ministero della Salute contro la sospensiva del Tar del documento che definiva i protocolli di cura a casa verrà ricordato come uno dei più vergognosi attentati contro la salute dei cittadini. Ma non si tratta dell’ennesimo tentativo di (nessuna) Speranza di sfogare sui cittadini le sue evidenti frustrazioni, ma di una calcolata strategia per non bloccare il programma delle vaccinazioni di massa. Ricordiamo solo che l’attuale protocollo del Ministero della Salute per i malati di Covid prevede, nella fase iniziale, “paracetamolo e vigile attesa”. In 3 parole 2 bestialità: le probabilità di guarigione dipendono dalla rapidità con cui s’inizia a curarsi. “Attesa” significa solo aspettare l’aggravamento con conseguente intasamento delle terapie intensive. Il Covid aggredisce per infiammazione e il paracetamolo non è un anti-infiammatorio; peggio: il paracetamolo non solo non toglie l’infiammazione ma la peggiora, perchè sopprime la febbre e il dolore, per cui il paziente si sente meglio, ma non sta meglio. In realtà sta peggio, perché il paracetamolo gli ha tolto anche la febbre che è una difesa contro il virus. Il paracetamolo non è un sintomatico, è un'aggravante, e fa il gioco del virus. Ma torniamo al vaccino che, come sappiamo, ha beneficiato dell’approvazione fast-track per via della dichiarata emergenza. Quindi ad oggi (e fino al 2023) tutti i vaccini sono sperimentali, con poche informazioni sugli eventi avversi a breve e lungo termine. Questi effetti collaterali, anche gravi, verranno sperimentati, appunto, sugli ignari cittadini. Ora un vaccino “sperimentale” può essere somministrato solo se non esistono cure alternative. Lo dice l’art. 4 del Regolamento CE n. 507/2006 (https://bit.ly/3ujXkAt), equivalente al medesimo documento in vigore in Usa (https://bit.ly/2PAlKX2). Quindi senza il ricorso di Speranza al Consiglio di Stato, sarebbe stata riconosciuta l’efficacia delle terapie domiciliari e le vaccinazioni sperimentali avrebbero potuto essere sospese a cause della mancata sussistenza delle condizioni emergenziali previste dalla legge. La salute di chi sta tutelando il governo? Dei cittadini o delle case farmaceutiche?
Lunedì, 03 Maggio 2021 15:27

#IoApro Bologna

P.zza Maggiore 3 Aprile. Vox Italia e Italexit a sostegno delle categorie colpite dalle chiusure ↓↓↓

 

Domenica, 02 Maggio 2021 10:16

Imposizione obbligo vaccinale

Diretta con l'Avv. Giuseppe Sottile, l'Avv. Marco Mori, la Dott. Cristina Barchetti e con la testimonianza di un'Operatrice Sanitaria. Conduce Valentina Serranò ↓↓↓

Venerdì, 30 Aprile 2021 06:18

DANNEGGIATI E OCCULTATI

Da anni NON conosciamo il numero dei danneggiati da vaccino in Italia. In un momento storico in cui si discute sull’eventuale obbligatorietà di nuovi vaccini, sarebbe di primaria importanza avere i dati statistici sulle vaccinazioni per calcolare il rapporto rischi/benefici. Eppure il Ministero della Salute continua a tenere occultati questi dati fondamentali, creando un vero e proprio muro di gomma verso chi li richiede.

Sappiamo già che, qualsiasi sia questo numero, esso sarà inevitabilmente sottostimato rispetto alla reale portata degli eventi avversi, perché il Ministero della Salute ha elaborato una macchina burocratica tale da non riconoscere il danno e l’avvocatura dello Stato ha il “compito” di ricorrere a tutti i gradi di giudizio con il fine, lecito ma non etico, di allungare oltremodo i processi e tardare così le sentenze e gli eventuali riconoscimenti. Dunque, di fatto, il numero di danneggiati riconosciuti dallo Stato sarà una minima percentuale rispetto al dato reale, ma, comunque, a quanto ammonta questo numero?

L’ultima richiesta in tal senso è stata inviata al ministero dall’associazione Corvelva. Dopo i silenzi e le risposte evasive, la risposta del Ministero è un nulla di fatto: “siamo troppo oberati di lavoro per poter rispondere”. Una risposta che si commenta da sé.

Dunque hanno imposto l’obbligatorietà di alcune vaccinazioni (Legge 119/17) senza avere dati reali sul rapporto rischio/beneficio???

L’associazione Corvelva ha ora presentato un ricorso al Tar competente per avere questi numeri. Numeri che dovrebbero essere resi pubblici senza dover interpellare un giudice!

Vox Italia non è un’associazione no-vax. Ma chi sceglie la vaccinazione per sé o per i propri figli deve essere informato sui rapporti rischi-benefici, sui possibili effetti collaterali, sulla reale composizione dei vaccini, sui danni accertati e sui retroscena delle scelte istituzionali e accademiche.

E’ necessario sanare l'attuale profonda frattura fra i cittadini e le istituzioni, per la ovvia mancanza di fiducia che deriva dal negare l’evidenza dei fatti. Affrontare in modo preconcetto e negazionista il danno da vaccino, per fini strumentali alla giustificazione delle campagne di vaccinazione di massa, non permette alla cosiddetta comunità scientifica di confrontarsi liberamente e determinare tutte le necessarie correzioni ai programmi vaccinali istituiti forzatamente e in un clima di scontro sociale.

Servono risposte, serve una POLITICA SERIA e incline all’ascolto dei cittadini, serve LIBERTÀ di espressione per tutti (medici e ricercatori in particolare), serve un sistema di sorveglianza delle reazioni avverse che operi con criteri scientifici e in piena TRASPARENZA.

corvelva 01corvelva 01

Domenica, 25 Aprile 2021 10:01

COSÌ MUORE LA DEMOCRAZIA

COSÌ MUORE LA DEMOCRAZIA, PRIMA CHE NEL SANGUE NEL RIDICOLO

Atene 370 a.C.

“Quando la città retta a democrazia si ubriaca di libertà confondendola con la licenza, con l’aiuto di cattivi coppieri costretti a comprarsi l’immunità con dosi sempre massicce d’indulgenza verso ogni sorta di illegalità e di soperchieria;

quando questa città si copre di fango, accettando di farsi serva di uomini di fango, per potere continuare a vivere e ad ingrassare nel fango;

quando il cittadino accetta che, di dovunque venga, chiunque gli capiti in casa, possa acquistarvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e ci è nato; quando i capi tollerano tutto questo per guadagnare voti e consensi in nome di una libertà che divora e corrompe ogni regola ed ordine; c’è da meravigliarsi che l’arbitrio si estenda a tutto e che dappertutto nasca l’anarchia?

Ecco, secondo me, come nascono le dittature.

Così la democrazia muore: per abuso di sé stessa.

E prima che nel sangue, nel ridicolo.

(Platone, La Repubblica – Cap. VIII)

 

Venerdì, 23 Aprile 2021 14:56

Medico incazzato svela il gioco del governo

Il vile ricatto per distruggere la nostra salute, l'economia ed imporci la vaccinazione obbligatoria ogni anno.

(Medico Incazzato - Dr. Loris De Simone, Laurea in Medicina e Chirurgia, Spec. Endocrinologo, Spec. Ginecologo)

 

Giovedì, 22 Aprile 2021 08:18

O VACCINO O PRIGIONE

In un’ipotetica scala di misure illegittime e anticostituzionali, l’idea del pass vaccinale avrebbe una posizione rilevante. È dai tempi del nazismo che non assistiamo a così tante limitazioni alle libertà personali garantite dalla Costituzione.

Dobbiamo con forza dire NO alla logica carceraria di uno Stato persecutorio, che coadiuvato da burocrati oppressori, regolano il nostro grado di libertà in base ad algoritmi errati.

Siamo arrivati al limite oppure dobbiamo attenderci ulteriori limitazioni alla libertà e alla sovranità del popolo?

Prima che sia troppo tardi dobbiamo scegliere se batterci per la nostra libertà o rimanere sudditi passivi fino alla completa distruzione del nostro ordinamento democratico.

 

Associazione Culturale Vox Italia

Sede legale - Viale Lombardia 233

Cap. 20861 - Brugherio (MB)

C.F.   9 4 6 4 4 9 4 0 1 5 0

Atto: NOTAIO Fabiana Togandi

Repertorio n. 23.388  Raccolta n. 15.211

 

© VOXITALIA. All Rights Reserved. Designed By Galasystem

Search